FacebookTwitterGoogle+Share

Come si vota in queste Elezioni Politiche 2013? Ecco una piccola guida …

 

Per votare alle elezioni politiche 2013, per la Camera dei Deputati e per il Senato, si deve tracciare un solo segno sul simbolo della lista prescelta, in quanto con il premio di maggioranza non è possibile esprimere un voto di preferenza, poiché i nominativi dei candidati sono presentati e depositati in un ordine prestabilito e bloccato. Dunque il segno va apposto soltanto sul simbolo del partito della lista che si vuole votare. Soltanto in Valle d’Aosta per la Camera, e in Trentino Alto Adige sia per la Camera, sia per il Senato, bisogna votare tracciando un segno sul nominativo del candidato. Possono votare tutti coloro hanno compiuto 18 anni di età, mentre per votare per il Senato bisogna aver compiuto 25 anni.

Riguardo il voto a domicilio, ai sensi dell’articolo 1 del decreto legge del 2006 e sue conversioni, possono essere ammessi al voto domiciliare gli elettori che sono affetti da gravi infermità e che si trovano ad essere dipendenti da apparecchiature elettromedicali. I residenti all’estero possono votare per corrispondenza, oppure si può votare in Italia presso il proprio Comune, avendo comunicato per iscritto questa scelta entro il 3 gennaio scorso, secondo i termini di legge. Il 24 e il 25 febbraio si voterà per il Parlamento italiano, Camera dei Deputati e Senato. La legge elettorale che si prende in considerazione è quella elaborata nel 2005.